madonna Madonna, shopping made in Italy

Secondo quanto riferiscono alcuni tabloid britannici, Madonna avrebbe speso circa 300 mila sterline in un solo giorno per acquistare prodotti rigorosamente made in Italy.

Le lingue velenose del gossip attribuiscono queste folli spese dedicate al nostro Paese ad una sorta di vendetta della Regina del pop nei confronti della caa di moda francese Louis Vuitton che l’ha sostituita quest’anno con  la giovane e sensuale modella tedesca Lara Stone, venticinquenne eletta da Vogue top model dell’anno e allo stesso tempo un omaggio ai due stilisti italiani Dolce & Gabbana che invece l’hanno scelta per la nuova campagna pubblicitaria.

coffee table di gio ponti 468x468 Madonna, shopping made in Italy

«Con i francesi ho chiuso» , sembra abbia confessato agli amici più intimi e  la dichiarazione è subito rimbalzata nei lanci dell’agenzia Agi, «dato che mi considerano troppo vecchia per pubblicizzare i loro prodotti, d’ora in poi smetterò di acquistarli!».

divano surround di natuzzi 468x351 Madonna, shopping made in Italy

E allora lady Ciccone ha speso circa 300 mila sterline in negozi esclusivamente italiani di moda e design in New Bond Street a Londra.

poltrona sound di natuzzi 468x351 Madonna, shopping made in Italy

Tra gli acquisti, la poltrona Sound e il divano Surround di Natuzzi, dotati di casse audio e dispositivi per collegare l’i-Pod,  la radio Cubo (Ts522) disegnata da Marco Zanuso per Brionvega, il Coffee table di Gio Ponti, alcune sedute firmate Gaetano Pesce per Cassina, l’Arco di Achille Castiglioni.

radio cubo di brionvega 468x351 Madonna, shopping made in Italy