winston churchill Allasta mezzo sigaro di Winston Churchill

Il 22 agosto 1941, quando arrivò la notizia dell’arrivo dei tedeschi a Leningrado, Winston Churchill stava fumando uno dei suoi prediletti sigari.

Il sigaro, fumato a metà, lungo 9,5 cm, è stato venduto in un’asta per 5.200 euro, mentre la base di partenza era di 400 euro. La casa d’aste  sottolinea che Churchill difficilmente non finiva un sigaro, se lo ha fatto probabilmente era perché stava accadendo qualcosa di grave.

churchill 1024 468x351 Allasta mezzo sigaro di Winston Churchill

Il sigaro fu trovato su un posacenere da Nellie Goble che, a quel tempo, lavorava al 10 di Downing Street, sede del governo inglese. Nellie, successivamente, lo mandò ad un amico di nome Jack con una nota che spiegava i fatti: «un piccolo souvenir in modo che nel futuro tu possa ricordare uno dei più grandi uomini che vissero in Inghilterra».

Alla morte di Jack  nel 1987, il sigaro entrò in possesso della figlia.

L’acquirente è un collezionista di oggetti storici dell’Hertfordshire, che ha superato offerte più alte provenienti anche dall’Egitto e da Israele. Lo scorso novembre un piattino per il burro, usato come portacenere da Churchill, è stato battuto all’asta per 4.800 euro.

churchilll1811 468x360 Allasta mezzo sigaro di Winston Churchill