villa argentario ricucci 468x350 Allasta la Villa Feltrinelli, nido damore di Falchi Ricucci

All’asta Villa Feltrinelli, residenza estiva all’Argentario dell’omonima famiglia di editori, ma anche ritiro di Luigi Barzini junior e dell’immobiliarista Stefano Ricucci che qui sposò l’attrice Anna Falchi prima di essere travolto dal ciclone giudiziario dei «furbetti del quartierino».

La base d’asta è di 24 milioni di euro, cinque in meno rispetto alla precedente, andata deserta. Le domande dovranno pervenire al tribunale fallimentare di Grosseto entro il 3 giugno. La dimora è a picco sul mare di Cala Cacciarella, strada panoramica di Porto Santo Stefano: trenta stanze con parco e vigneti di 35 ettari, piscine e scesa verso gli scogli con scalinate e ascensore, e 70 anni di vita. La volle Carlo Feltrinelli nel 1940 e il progetto fu firmato dagli architetti milanesi Pozzi e Lancia.

Esiste anche un sotterraneo scavato nella roccia che diventò il rifugio anti-bombardamenti e rappresaglie tedesche di Carlo Feltrinelli, la moglie Gianna Elisa Gianzana e del figlio Giangiacomo. Alcuni biografi raccontano che proprio in quel rifugio, Giangiacomo iniziò a pensare al comunismo e alla rivoluzione. L’ultimo sfarzo fu la festa voluta da Ricucci per ringraziare l’Argentario dopo il suo matrimonio.